Prima squadra

Zambarda e la ‘prima’ con la fascia di capitano: “Un gruppo che può togliersi tante soddisfazioni”

Zambarda e la ‘prima’ con la fascia di capitano: “Un gruppo che può togliersi tante soddisfazioni”

Ha indossato per la prima volta dall’inizio dei 90 minuti di gioco la fascia di capitano e per lui è stato un vero e proprio “motivo di orgoglio”. Esordisce così Gian Matteo Zambarda, classe 1993, difensore del San Donato Tavarnelle

Ecco le sue parole ai microfoni ufficiali della società

Innanzitutto, dopo tanti alla Massese, adesso come ti trovi al San Donato Tavarnelle?

“E’ il primo anno che posso dire di essere lontano dai miei storici ma in verità qui mi sento proprio a casa. La società non ci fa mancare nulla e di fronte a questo gruppo è impossibile non trovarsi bene”

Contro il Viareggio 2014 al ‘Pianigiani’ hai indossato la fascia di capitano

“In occasione della espulsione di Frosali nella partita di Trestina da vice sono diventato capitano ma poterla portare al braccio dall’inizio per 90 minuti è stato un motivo di grande orgoglio e soddisfazione”

Fra poche ore una partita molto delicata contro il Prato

“Come ogni settimana cerchiamo di preparare al meglio la partita e la squadra si è allenata per questo scopo. Di fronte troveremo un gruppo formato da giocatori che hanno militato in serie C e B, ma se mettiamo in campo la giusta cattiveria e concentrazione possiamo metterli in difficoltà”

La salvezza dista una manciata di punti, può fare ancora di più questa squadra?

“Sono d’accordo con le parole di mister Malotti. Prima di tutto dobbiamo pensare al nostro obiettivo stagionale che è il primo traguardo. Non ci nascondiamo allo stesso tempo però, perchè stare fra le prime posizioni piace e questa non è certamente una squadra che si accontenta. C’è un gruppo compatto e coeso che può togliersi grandi soddisfazioni”